Il sindaco Agresti all’incontro di Poste Italiane con i sindaci dei piccoli comuni 

“Poste presidio di inclusione sociale nei piccoli comuni. Vigilare sempre per il loro mantenimento”.

Oggi il sindaco Vito Agresti è stato a Roma per l’incontro di Poste Italiane con i sindaci dei piccoli Comuni. Un importante momento di interlocuzione che ha permesso all’azienda di accogliere le testimonianze dei sindaci dei piccoli comuni, legati in particolare alle esigenze e alle difficoltà che molto spesso in questi centri si incontrano.

Nel corso dell’incontro con i Sindaci d’Italia, l’AD di Poste Italiane Matteo Del Fante ha presentato 10 impegni per i piccoli Comuni: un programma di servizi dedicati basato sull’importanza strategica di mantenere aperti tutti gli Uffici Postali situati nei Comuni con meno di 5.000 abitanti.

Tra gli impegni assunti da Poste Italiane:

• il servizio di Tesoreria in collaborazione con CDP

• l’installazione di nuovi sportelli ATM

• la fornitura di servizi presso la rete dei tabaccai e a domicilio tramite i portalettere nei 254 Comuni non serviti da un Ufficio Postale

• nuovi investimenti per rafforzare la sicurezza dentro e fuori gli Uffici Postali

• il servizio Poste WI-FI gratuito in tutti gli Uffici Postali dei piccoli Comuni

• il potenziamento delle risorse degli Uffici Postali nei Comuni turistici

• l’abbattimento delle barriere architettoniche negli Uffici Postali di oltre 1000 Comuni

“I piccoli Comuni sono fondamentali presidi per la cura del territorio” ha detto il presidente Conte, intervenuto all’incontro. Ai lavori, nel centro congresso La Nuvola, a Roma, sono intervenuti il presidente del Consiglio Giuseppe Conte, i ministri per la Pubblica amministrazione Giulia Bongiorno e dell’Interno Matteo Salvini e la viceministra all’Economia, Laura Castelli.

Queste le parole del messaggio inviato dal Presidente Mattarella: “I Comuni meno densamente popolati sono lo specchio dell’Italia e nessuno di loro è piccolo, perché ciascuno riflette interamente i valori della Repubblica e della sua Costituzione, al pari delle grandi città e degli agglomerati metropolitani”.

“Nei piccoli comuni – ha detto il sindaco Agresti – le Poste rappresentano un vero presidio di inclusione sociale, in particolare per i centri abitati da tanti anziani come il nostro. Nostro compito di amministratori è quello di vigilare per il mantenimento degli Uffici e per la corretta erogazione dei serevizi”.

 

 

Condividi questo contenuto su

Autore dell'articolo: Pino Suriano