Il “rutunnaro speciale”: il pianista e compositore Enzo De Filpo

Uno straordinario rotondellese illustre vive e opera non lontano da noi, in quella Matera Capitale della Cultura per il 2019, che ha in lui una delle più importanti figure di pregio artistico e culturale. E’ noto ben oltre i confini nazionali il nome del Maestro Enzo De Filpo, pianista e compositore tra i più importanti d’Italia, stimato insegnante presso il Conservatorio Duni di Matera.

Lo testimoniano, se ve ne fosse bisogno, le numerose collaborazioni internazionali presso le associazioni musicali di tutto il mondo, tra cui Los Angeles, New York, San Francisco, Budapest, Zurigo, San Paolo – Rio De Janeiro, Repubblica di Malta, Madrid, Parigi, Istanbul, etc.
Il suo nome, peraltro,  è presente nel Dizionario Enciclopedico Concertisti Italiani (D.E.C.I.), sull’Annuario C.I.D.I.M. e sul Dizionario IBC (International Biographical Centre) Cambridge, England.

Il grande compositore Raffaele Gervasio ha scritto di lui queste parole: “Non c’è niente da dire. Quando la musicalità dell’interprete è autentica la si riconosce in ogni nota, in ogni respiro, in ogni colpo di pedale. Tu sei, lo ripeto, un autentico musicista che trova oltretutto nel suo pianismo uno strumento perfetto…”.

Anche al suo paese d’origine ha dato tanto, non solo in termini di immagine ma anche per le numerose iniziative che ha voluto portare sul Balcone dello Jonio. Una tra tutte l’organizzazione di una Master Class che negli anni scorsi ha portato a Rotondella, nei locali di Palazzo Ielpo, compositori del calibro del compianto Aldo Ciccolini, grandissimo interprete della scena musicale scomparso nel 2015.

Condividi questo contenuto su

Autore dell'articolo: Pino Suriano