Professor Giovanni La Guardia

Il “rutunnaro speciale”: il professor Giovanni La Guardia

Il docente universitario e saggista che iniziò a studiare… in campagna a Rotondella

Il professor Giovanni La Guardia, docente universitario di Sociologia della letteratura e Letterature comparate all’Università Orientale di Napoli. I suoi primi studi? Lui risponde così: “i primi in campagna, a Rotondella, in Basilicata, sullo Ionio, poi a Matera, poi a Roma, all’Università La Sapienza. E ancora a Roma gli studi di perfezionamento in Scienze morali e sociali e in Francia  a Bordeaux per il CNR  e a Parigi  presso l’Ecole Pratique des Hautes Etudes. Poi la docenza all’Orientale e i corsi tenuti a Venezia a Cà Foscari,  dedicate alla storia delle teoriche teatrali i corsi al  DAMS di Arcavacata.”

Ha coordinato le attività del  Centro interuniversitario di Studi Franco Fortini e collaborato con riviste e giornali, tra cui Quaderni Piacentini, Classe, il Manifesto, Studi filosofici, L’ospite ingrato. Fra le pubblicazioni, studi critico-letterari e di teoria della letteratura,  sulla tradizione orale, sul fantastico, sulla traduzione, oltre  la cura di  lavori collettivi su Peter Szondi, Franco Fortini, Ingeborg Bachmann,  Michele Ranchetti, Edoarda Masi. Tante anche le iniziative di spessore in Basilicata, realizzate con l’associazione “L’Archivio Lucano delle Voci”, di cui La Guardia è responsabile scientifico.

Condividi questo contenuto su

Autore dell'articolo: Pino Suriano